Voglio fare il pendolare.

Sono una pendolare, nel senso che ogni giorno percorro 50 km per andare a lavoro e tornare a casa… Ci saranno dei requisiti per entrare nella maxi categoria “PENDOLARI”? Avrò raggiunto quelli minimi?
Quel che è certo è che non facciamo parte di una bella categoria… Odio questa categoria, odio chi ne fa parte e odio anche me stessa, per eventualmente esserci finita in mezzo, inconscia di cosa mi stesse aspettando, varcata quella porta (o quella strada provinciale, che dir si voglia!). Non so esattamente quale sia il passaggio tra rilascio della patente e l’immagazzinamento celere, in qualche angolo remoto del nostro cervello, della differenza tra destra e sinistra e di quella tra acceleratore, freno e frizione…
Oggi mi sono ritrovata dietro ad una punto grigia affetta da frenate ossessive compulsive, forse una patologia più del guidatore che dell’automobile; ad ogni modo la questione poteva essere risolta in tre modi principali: il problema era delle luci, pur non toccando i freni la luce addetta ai suddetti continuava a lampeggiare ad intermittenza poco regolare, come fosse una freccia nata male, già dal pricipio; il guidatore era affetto da patologia elencata poco sopra oppure soluzione più opportuna, chi se ne frega di quale sia il problema, affrettiamoci a sorpassarlo, ci fosse stata una cazzo (passatemelo) di linea tratteggiata alla mia sinistra (vedi Codice della strada). In definitiva nessuna delle soluzioni proposte è andata a buon fine.
Sempre per la serie dell’automobilo, vogliamo aprire una discussione su quelli che con la presenza di ben 3 corsie dello stesso senso di marcia, pensano bene di stare nel mezzo… Tu, essere ignobile, che tu abbia un’ ape, che tu abbia una bmw, che tu abbia una cinquecento del 1991 o un suv, non importa, la vita porrà anche te di fronte a delle scelte… Quindi perché non cominciare subito dalla corsia di marcia che preferisci?

Destra o sinistra, sei un animo pigro che rispetta i limiti di sicurezza e quelli di velocità e non hai nessuna intenzione di scollarti dalla Tua terza corsia, sei di quelli che “La parola Fretta è sempre stata tra le mie preferite” stanno a sinistra, disposti a passare su qualsiasi cosa intralci il loro cammino (provvidenziale!) o sei di quelli “quando facevo ginnastica il mio gioco preferito era lo slalom tra i birilli” e allora perchè non riprodurre lo slalom anche tra le macchine? Comunque la vita è grama, e per questo motivo devi scegliere:

destra o sinistra;

corsia preferenziale, corsia centrale o di sorpasso;

lettere o matematica;

cane o  gatto;

film o libro;

cinema  o streaming;

patate o piselli;

Non c’è una via di uscita… La famosa via di mezzo del Buddhismo e l’ottuplice sentiero sono solo un modo più mistico ed esoterico (e se ti piace di più, parliamo pure metaforicamente, metafisicamente, metalinguisticamente e tutte le parole con meta che ti vengono in mente) per dirti che così non puoi continuare. Make A choice, make YOUR choice. Facci sto piacere, anzi fatTI sto piacere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...