Proprio cosí (aka se qualcuno mi avesse chiesto…)

Se qualcuno mi avesse chiesto di immaginarmi un sabato pomeriggio dei miei 22 anni, lo avrei portato con me, oggi, nel sotto teatro, e mentre scendevamo fatto le scale, gli avrei raccontato che quello era un posto magico, perché quello che costruisci con le tue mani, è comunque un’opera d’arte e insieme avremmo suonato la batteria, dividendoci i pezzi, io gran cassa, perché il ritmo lo do bene, tu charleston e rullante e lui ride e tom, tra un “zap” e uno “zappa tu che zappo anch’io” detto ad alta voce per non perdere il tempo, con gli occhi chiusi per mantenere la concentrazione, mi sarei detta che cosí tante volte cerco qualcosa di meglio, lo pretendo con smania vorace e non mi accorgo che niente di tangibile arriva, che dipende solo dal tuo modo di guardare le cose, che è già tutto qui, poi lo avrei guardato, non sarei riuscita a trattenere un sorriso, perché é proprio cosí che mi immagino, a suonare, perché l’amore per la musica è proprio quello che ci unisce così.

IMG_7231.JPG</a

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...