Costanza (aka l’estate è un brutto periodo)

large

Mannaia boia! L’estate è un brutto periodo per cercare costanza nella propria vita. D’estate, i capelli restano legati perché sciolti fa caldo, non ci si trucca perché il trucco cola, ci si fa i peli con il dannato rasoio mandando a puttane i 25€/a botta di ceretta, l’interno coscia si irrita, le coppie si sfaldano perché bisogna divertirsi e la radio passa 25 volte all’ora il tormentone dell’estate, e quindi d’estate non si possono fare progetti, proprio le condizioni non lo permettono. Ma in realtà l’estate avrebbe un potenziale incredibile per dare vita a una serie di cose, ma si sa che quando le cose hanno potenziale, tendenzialmente, vengono abbandonate a se stesse. Per esempio, d’estate ci si innamora molto più facilmente (e non ditemi che succede solo a me, anche perché innamorarmi facilmente a me capita tutto l’anno)e ti dicono: “è l’estate fa questi effetti”, non so, forse gli effetti sono la sudazza sulla pelle, le spalle bruciate, le camicie con le maniche corte sugli uomini e le unghie dei piedi da tagliare, può esse’ tutto! Comunque pensateci, vi è mai capitato di provarci con un ragazzo d’estate? Vi incontrate grazie a un progetto (chiaramente organizzato prima dell’estate, perché d’estate non si possono fare progetti) e vi piacete, ma forse questo è un parolone, diciamo che flirtate, quindi potenzialmente potrebbe succede qualcosa, poi se siete coraggiosi a tal punto da meritare la mia ammirazione provate anche ad organizzare delle uscite, facciamo una sola uscita va e quello che capita è più o meno questo: “allora io parto fra 2 giorni, sto via una settimana, poi torno per 4 giorni, poi riparto, ma poi torno di nuovo per quasi 10 giorni e poi rivado via per due mesi e mezzo, tu?” e a fanculo quand’è che ci vai? E finisce così, non ci si prova neanche, e via, potenziale andato. D’estate le donne hanno degli imbarazzanti modi di mangiare il gelato e d’estate ci sono delle cose che fanno tendenza e non si capisce il motivo, per esempio quest’estate ho visto decisamente troppi ragazzi con cappellino alla pescatora, che no, non fa figo (anche se…)!

look-abbigliamento-uomo-da-abbinare-con-bucket-hat

D’estate i programmi alla tv finiscono e le serie televisive anche. Per cui sono troppi i motivi per i quali d’estate non si può cercare la costanza nella propria vita, già non è facile capire cosa si vuole durante l’anno, d’estate si è più fugaci del solito, di nuovo, a me quest’estate è successo che mi sono stati regalati due libri per il compleanno, ne ho comprati altri 5, ma adesso ne sto leggendo un altro ancora. E’ per questo genere di cose che d’estate non si possono fare progetti. Quindi non si può proprio essere costanti, ed è per questo che la mia costanza sul blog è molto scostante, quindi non ve la prendete, d’estate ci sono troppi input, l’ho detto che potenzialmente potrei scrivere un post al giorno, ma d’estate queste cose non si possono fare, perché l’estate è un brutto periodo per cercare la costanza nella propria vita.

Yup...-Summer-Mood-LeaveAMessageAfterTheBeep

Gaia C. 

Instagram: @gaiakhushi 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...